Ancora sull’anatocismo

Con sentenza n. 27704 del 30 ottobre 2018 la Corte di Cassazione ha confermato che l’azione di ripetizione dell’indebito proposta dal cliente di una banca, lamentando la nullità della clausola di capitalizzazione trimestrale degli interessi anatocistici maturati con riguardo ad un contratto di conto corrente, è soggetta all’ordinaria prescrizione decennale che decorre, in assenza di un’apertura di credito, dai singoli versamenti aventi natura solutoria.

Grava su tale cliente dimostrare la natura indebita dei versamenti e, a fronte dell’eccezione di prescrizione dell’azione proposta dalla banca, dimostrare l’esistenza di un contratto di apertura di credito idoneo a qualificare il pagamento come ripristinatorio ed a spostare l’inizio del decorso della prescrizione al momento della chiusura del conto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *